Locale / Globale

relazioni politiche, dal quartiere al mondo

Non dirmi come farlo

di Monica Luongo

Il governo ci vuole uniti e innamorati, purché allineati.  Era marzo, a parlare solo la paura: stare a casa, non toccarsi, incrociare le solitudini. Ad aprile già tra noi si fantasticava: vedrai cosa farò quando uscirò di qui. Sì ma con chi? Il governo tutto sommato ci voleva congiunti, salvo intese. E poi siamo...

Continua »

In una parola / Stato di eccezione o di confusione?

di Alberto Leiss
In una parola / Stato di eccezione o di confusione?

Pubblicato sul manifesto il 4 agosto 2020 – Amici in vacanza in Campania mi dicono che a Capri, contro le trasgressioni alle regole anti-coronavirus, sono intervenuti persino i cani poliziotto nelle aree delle varie tumultuose movide. In rete trovo conferma della notizia, solo che le operazioni – condotte dai Carabinieri in effetti con un...

Continua »

In una parola / Ma quando cambia il paradigma?

di Alberto Leiss
In una parola / Ma quando cambia il paradigma?

Pubblicato sul manifesto il 21 luglio 2020 – Dunque mentre scrivo non si sa ancora bene se si giungerà a un accordo decente tra gli stati dell’Unione Europea sui fondi per reagire alla nuova crisi economica – più grave della non pienamente risolta recessione aperta nel 2008 – causata dalla pandemia. Mi iscrivo, azzardando,...

Continua »

In una parola / Arriva il tempo a fisarmonica dell’emergenza

di Alberto Leiss
In una parola / Arriva il tempo a fisarmonica dell’emergenza

Pubblicato sul manifesto il 14 luglio 2020 – La parola emergenza ha assunto un significato negativo. Improvvisamente accade qualcosa di molto grave, di catastrofico: bisogna reagire con modalità adeguate, eccezionali (nel senso che rappresentano un’eccezione rispetto alla norma) e tempestive. Ma il termine vuole anche semplicemente dire che un evento si manifesta, emerge alla...

Continua »

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD