Locale / Globale

relazioni politiche, dal quartiere al mondo

In una parola / Le biblioteche del compagno em.ma.

di Alberto Leiss
In una parola / Le biblioteche del compagno em.ma.

Pubblicato sul manifesto il 13 luglio 2021 – “Leggevo tutto quello che mi capitava a tiro, attingendo ai libri della biblioteca interna”. Chi parla è Emanuele Macaluso. La biblioteca è quella del sanatorio, vicino a Caltanissetta, dove – giovanissimo – curava la tubercolosi. Ma la prima raccolta di libri di cui si serve il...

Continua »

Il carcere come rappresaglia e vendetta

di Letizia Paolozzi
Il carcere come rappresaglia e vendetta

L’essere umano non finisce con i limiti del suo corpo; in effetti, abbraccia anche gli altri e il rapporto con gli altri. Non così in carcere dove, non da oggi, domina una forza negativa. “Chiavi e picconi in mano, vi abbattiamo come vitelli” sono le parole che i carabinieri ascoltano da alcuni dei telefonini...

Continua »

In una parola / Un duello patriarcale o postmoderno?

di Alberto Leiss
In una parola / Un duello patriarcale o postmoderno?

Pubblicato sul manifesto il 6 luglio 2021 – Marco Revelli ha osservato sul manifesto che lo scontro tra Grillo e Conte si può spiegare solo ricorrendo “alle profonde patologie dell’Io. Anzi dell’Io patriarcale”. Il comportamento del fondatore dei 5 Stelle sarebbe espressione addirittura di un patriarcato arcaico: “il più selvaggio”, dove il capo dell’orda...

Continua »

Il lavoro “cattivo”

di Letizia Paolozzi
Il lavoro “cattivo”

Siamo alla “ripartenza”. Ma Luana D’Orazio, Adil Belakhdim e Camara Fantamadi, al di là della differenza del loro sesso, del tipo di fatica cui si piegavano, insomma, al di là delle loro vite, una cosa hanno in comune: l’essere morti di lavoro, di esasperazione dello sfruttamento. E questo più che “ripartenza” è un ritorno...

Continua »

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD