Cura del vivere

In una parola / Siamo fatti delle relazioni con gli altri

di Alberto Leiss
In una parola / Siamo fatti delle relazioni con gli altri

Pubblicato sul manifesto il 14 settembre 2020 – Ho appena letto il bel libro di Carlo Rovelli sulla fisica dei quanti (Helgoland, Adelphi, 2020) e vorrei azzardare un legame tra il modo di guardare alla realtà che questa interpretazione della natura suggerisce e le angosce, gli interrogativi – forse aggravati dal disagio portato dal...

Continua »

In una parola / Identità (e vocazione?): picchiatore

di Alberto Leiss
In una parola / Identità (e vocazione?): picchiatore

Pubblicato sul manifesto l’8 settembre 2020 – Le foto dei fratelli Bianchi (presunti) assassini di Willy Monteiro Duarte campeggiano in prima pagina, e si moltiplicano chissà quante volte nelle reti dei social. Due maschi con muscoli molto sviluppati e il corpo tatuato. Su facebook trovo una discussione. “Sì, 5 belve ammazzano un ragazzino di...

Continua »

In una parola / L’aborto e la parte dei maschi

di Alberto Leiss
In una parola / L’aborto e la parte dei maschi

Pubblicato sul manifesto l’11 agosto 2020 – Le nuove direttive per l’uso della pillola Ru486 approvate dal ministero della Salute, dopo un parere unanime del Consiglio superiore della sanità, hanno riacceso polemiche sulla relazione tra l’autodeterminazione femminile nelle scelte sulla procreazione e il significato dei termini “diritto” e “libertà” declinati sulla possibilità di abortire...

Continua »

In una parola / Riguardando “Gran Torino” del vecchio Clint

di Alberto Leiss
In una parola / Riguardando “Gran Torino” del vecchio Clint

Pubblicato sul manifesto il 7 luglio 2020 – Ho appena finito di rivedere in tv quel bellissimo film che è Gran Torino, diretto, prodotto e interpretato da Clint Eastwood. Se ho qualche lettore, e se per caso non lo avesse ancora visto, gli consiglierei di farlo. Specialmente se maschio. È passato un decennio, ma...

Continua »

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD