Cura del vivere

Le certezze sbagliate sull’Afghanistan

di Letizia Paolozzi
Le certezze sbagliate sull’Afghanistan

Subito dopo l’arrivo a Kabul dei talebani, abbiamo visto un video con la corsa di soli maschi che inseguivano gli aerei militari per mettersi in salvo; qualcuno è precipitato mentre si aggrappava ai carrelli. La domanda: dove sono le donne? sottintendeva la minaccia della loro scomparsa. Magari le donne si erano persuase che quella...

Continua »

Luana, Laila e tutti gli altri

di Letizia Paolozzi
Luana, Laila e tutti gli altri

Luana D’Orazio, 22 anni, muore in un’azienda tessile di Prato, stritolata da un orditoio, il 3 maggio scorso. Lascia un bambino di cinque anni. La madre dice che amava molto il suo lavoro. Laila El Harim, 40 anni, rimane incastrata nella fustellatrice (macchina per le sagomature) del capannone della Bombonette, Bassa Modenese, il 3...

Continua »

“Green pass” e il linguaggio della democrazia

di Letizia Paolozzi
“Green pass” e il linguaggio della democrazia

In un tempo nel quale i parametri scientifici mutano con tanta rapidità sotto i nostri occhi (sui vaccini, sui tempi di copertura, sugli effetti); in un tempo nel quale la paura (di morire, di contagiarsi, di soffrire per il Long Covid) spinge a isolarsi, ad accettare che la libertà si restringa mentre, contemporaneamente, serpeggia...

Continua »

Il carcere come rappresaglia e vendetta

di Letizia Paolozzi
Il carcere come rappresaglia e vendetta

L’essere umano non finisce con i limiti del suo corpo; in effetti, abbraccia anche gli altri e il rapporto con gli altri. Non così in carcere dove, non da oggi, domina una forza negativa. “Chiavi e picconi in mano, vi abbattiamo come vitelli” sono le parole che i carabinieri ascoltano da alcuni dei telefonini...

Continua »

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD